News Corp. pronta a dire addio a Myspace

On 3 febbraio 2011

Sapevamo ormai da parecchio tempo quanto la News Corp desiderasse vendere MySpace, uno dei pionieri dell’ambiente social che ha subito un forte declino a seguito della diffusione di Facebook. A seguito della pubblicazione di un report finanziario della società si è inteso quanto la compagnia necessitasse di realizzare la vendita e questo pare proprio il momento più adatto per riuscirci, almeno secondo le dichiarazioni di Chase Casey della News Corp.

Negli ultimi mesi gli sforzi per dare nuovo impulso a MySpace sono stati tanti, a partire da un nuovo design e persino un accordo col “nemico” Facebook, ma tutto ciò non sembra essere bastato a garantire introiti pubblicitari sufficienti, che sono anzi diminuiti molto oltre le aspettative. La settimana scorsa si è diffusa la notizia che il 60% degli impiegati MySpace potrebbero essere licenziati (ma per fortuna saranno un po’ meno, circa la metà). Quando una società arriva a licenziare circa il 30% degli impiegati significa che le cose non vanno per niente bene.

Secondo quanto affermato da Chase Carey, il nuovo MySpace ha un buon potenziale, è stato accolto bene e ha indicatori incoraggianti per il futuro. Come sempre c’è un però:

Questa affermazione può tradursi in diversi modi: o realmente Carey e il suo team pensano che MySpace abbia ancora speranze di riprendersi e svoltare, oppure hanno deciso che investire nuove risorse in questo progetto non abbia senso e sia meglio “mollare il peso” a qualche altro interessato. Comunque stiano le cose, la decisione di vendita in questo momento dice molto sulla situazione del social network.

News Corp. ha certamente il diritto di agire nei propri interessi, ma resta da capire se riuscirà a vendere o meno MySpace nelle condizioni in cui è.

Fonte: downloadblog.it

Lascia un commento